Kizomba Compilation

Sull’onda delle ormai numerose produzioni che vedono la Kizomba come nuovo genere musicale di tendenza della World Music, emerge, con una raffinata immagine, Kizomba Compilation, prodotta da Alosibla Music Group e Smayra Publishing.

Supportata dalla direzione artistica di due popolari dee jay, Francisco Rojos e Fabrizio Zoro, Kizomba Compilation emerge ricca di intense sensazioni ed aeree tonalità musicali.

Gli 11 brani che compongo l’elegante CD, pur essendo omogenei nello stile proposto, offrono svariate sfaccettature e delicate contaminazioni, ma ciò che più colpisce sono le atmosfere, evocative e misteriose che rendono l’album ideale anche al semplice ascolto. Di pressoché recente origine la kizomba sta riscuotendo un notevole interesse fra gli appassionati ballerini di musica latino americana; la sua provenienza africana ha percorso in pochi anni distanze intercontinentali che l’hanno arricchita di sonorità elettroniche e di interpretazioni multilingua favorendo la nascita di numerose varietà stilistiche musicali e coreografiche.

I Don’t Wanna Know, adattamento di un famoso successo, apre la compilation diffondendo sin dalle prime note la sua magica atmosfera, risaltata dalla superba interpretazione di Massimo Scalici.

Dall’estro di Tony Velardi prende origine Tell Me, un brano abilmente cantato da Gloria Bianco Vega, il cui testo è caratterizzato dall’uso combinato di tre lingue: francese, inglese e spagnolo. Esordio di qualità per Urbana 22 che propone 12 A Love un sound ricco di mistero, progressivamente più elettronico. Latin Sound Machine presenta Crazy, una versione in kizomba del famoso successo di Seal.

Da JT Latin Factory segue Perdon, remake di un originario reggaeton interpretato da Jesus Marrero. Dalla fantasia di Puma Dj, esperto autore di Kizomba, nasce Tarraxa Bagaxa, un’opera caratterizzata da un sound intenso, a tratti sperimentale, ma di indiscussa particolarità. Dalla stupenda voce di Naike ascoltiamo Was You, un brano prodotto da Otra Fuente, i cui arrangiamenti sono stati affidati a Marco Ferretti ed al suo immancabile intuito.

Sempre Marco Ferretti firma Driving In The Night; un sicuro successo realizzato in collaborazione con Fabio Gianni leader di Latin Sound Machine. Ritroviamo dopo una breve assenza Selena Thomas; la sua Sugar On My Lips vede il pregiato contributo di Fabrizio Zoro e l’immancabile supervisione di Tony Velardi. Un mitico Pablo Timba ci propone Guy Next Door, interpretato dalla splendida voce di Regina e dalle inconfondibili chitarre di Giuseppe Di Pietro. Chiude la compilation Latin Sound Machine con The Only Way, un brano ricco di fascino ed immediato piacere.

Un ringraziamento meritato va infine ai numerosi altri interpreti, autori e compositori che hanno contribuito alla realizzazione musicale del primo progetto di questa nuova collana. Per merito e cortesia citiamo Emi Music Italia, Star Edizioni e Café Concerto Italia. Una grande riconoscenza è rivolta infine allo staff di Smayra Publishing e di Alosibla Music Group per l’impegno nel coordinamento della produzione.

I Art Comunication


Leave a Reply