Pablo Alboran – Terral

Una goccia che accarezza l’estremità slabbrata di un tasto d’avorio su un pianoforte e una volta toccato il suolo, fertilizza le superfici di contatto, lasciando che la musica possa germogliare perfino nel deserto.

Non male come idea, vero? Non c’è dubbio che abbia colpito gli attuali SETTE MILIONI di visitatori del video di “Por Fin” tra i quali Ricky Martin, Laura Pausini e Diana Navarro, gli immancabili amici e colleghi dell’artista in questione. In seguito a poco più di sei mesi di isolamento quasi insondabile dagli occhi del grande pubblico, e un piccolo ritorno tratteggiato con una nuova versione di un classico del suo repertorio; Pablo Alborán ha “finalmente” presentato il primo singolo di un album, la cui misteriosa carta di identità, è stata ormai svelata: TERRAL.

Si tratta di un titolo scelto quale eco delle radici meridionali iberiche dell’autore, non a caso è la stesso Pablo a chiarire: “Terral è una parola che mi risulta molto familiare, cosa che accade a tutti noi di Malaga. E’ un vento molto caldo, che di notte diventa una brezza penetrante e avvolgente“.

Il cantautore andaluso, a tutti gli effetti l’affermato “enfant prodige” della discografia spagnola, può vantare buoni auspici riguardo i suoi progetti futuri: ingressi tanto altisonanti nel mondo delle reti sociali sfidano le mura difensive dell’incredibile.

In un’intervista concessa ad un celebre programma di prima serata, è stato confermato da pochi giorni, che l’uscita ufficiale del disco è fissata sul calendario per il prossimo 11 novembre.

Sarà il risultato di un buon compromesso tra stile alboranista più collaudato e innovative esplorazioni sonore; come il secondo apprezzatissimo nuovo singolo, “Pasos de cero“, non ha tardato a sottolineare. Il primo live ha avuto come scenario Siviglia in data 11 ottobre.

Radio, riviste e televisione hanno fatto i primi passi per arricchire l’agenda della squadra che lavora al fianco di Pablo Alborán, per partire così con la giusta dose di gas e lasciare alla promozione il modo di procedere ad alta velocità.

Molto presto scarteremo la pellicola di questo bramato quarto lavoro, quindi; e spieremo i commenti dei fans italiani, che sempre più numerosi, non perdono occasione per far risuonare a volume intenso il proprio interesse.

A cura di Pablo Alboran Fan Club Italia


Leave a Reply