Cuba nell’epoca di Obama

Titolo: Cuba nell’epoca di Obamacuba_obama

Regia: Gianni Minà

Sceneggiatura: Gianni Minà

Fotografia: Roberto Girometti

Montaggio: Giovanni Stivali

Produzione: G.M.E. Produzioni

Paese: Italia

Anno: 2011

Durata: 270′

Premi e Festival: La Biennale di Venezia 2011: Giornate degli Autori – Venice Days, Evento Speciale

Il film documentario Cuba in the age of Obama di Gianni Minà, invitato alle Giornate degli Autori – Venice Days, è un’opera divisa in due parti di due ore e 15′ ognuna, che racconta un’Isola da cinquant’anni ribelle e controversa e che è caratterizzata, nella prima parte, da un viaggio di mille chilometri dall’Avana a Guantanamo. Un percorso dentro il corpo di quel Paese, dentro il suo modo di essere e di vivere e dentro le sue contraddizioni, con tappe a Santa Clara, la città dove è nato il mito di Che Guevara, o a Bayamo, la prima orgogliosa capitale dell’Isola, o a Santiago, dove è nata la mistica della Rivoluzione. O infine al VI Congresso del Partito comunista cubano, marcatamente innovativo.

Nella seconda parte del documentario invece, Minà è andato a cercare all’Avana gli allievi dell’Università dove studiano anche 40mila stranieri e poi gli studenti della Scuola Latinoamericana di medicina (dove si formano medici dei Paesi del Terzo Mondo), della Scuola d’Arte, della Scuola di Cinema (dove insegna scrittura creativa il Nobel della Letteratura Gabriel García Marquez) e della rinomata Scuola di balletto della storica etoile Alicia Alonso.

Insomma, un reportage per conoscere da vicino gli eredi dei grandi vecchi della rivoluzione e quella nuova società latinoamericana che anela democrazia tentando di riscattarsi da anni di annientamento dell’economia neoliberale.

Su Cuba questo sforzo di comprensione – come ha sottolineato recentemente il regista Oliver Stone – è stato fatto poche volte nonostante la Rivoluzione governi ormai da cinquant’anni e malgrado un lungo e antistorico embargo abbia smentito tutte le previsioni sulla sua capacità di sopravvivere.

“Percorrere mille chilometri nel corpo di un’Isola, dall’Avana a Guantanamo, divorando strade nella rotta verso la provincia d’Oriente -ha spiegato Minà- mi è sembrato il modo migliore, insieme all’incontro con i giovani, per leggere Cuba più profondamente di quanto avessi fatto per 40 anni”.

La presentazione del film, che avverà il 7 e l’8 Settembre, sarà preceduta da un breve incontro con protagonisti e testimoni della finora invincibile incomprensione tra Cuba e gli Stati Uniti. Una impossibilità di dialogo, forse alla vigilia di un cambio, dopo la recente visita dell’ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter che, all’Avana, oltre ad incontrare il presidente Raul Castro è andato a visitare anche Fidel Castro. Un incontro fra due leader di 85 anni, probabilmente convinti che il tempo delle incomprensioni potesse terminare.

Fonte: Latinoamerica, Martedì 26 Luglio 2011 -  di Loredana Macchietti

A cura di Adele